#EstateItaliana tour seconda tappa: Trapani

 

Tutte le immagini sono state realizzate con Sony Alpha 5100

#EstateItaliana tour, parte due

Caricata la Spider e salutata Agrigento, ci siamo diretti verso Trapani. 
Le strade trafficate e la vegetazione selvaggia ci hanno tenuto compagnia fino a destinazione. 
La nostra seconda tappa, Trapani, sarebbe stata casa per 4 lunghi giorni. 

Seconda tappa: Trapani

Tutto il tratto fatto in autostrada (fino a Palermo) è stato gratuito. Anche se spesso c’erano dei rallentamenti, l’autostrada ha accorciato le distanze. Molti tratti poi si affacciavano sul mare, c’è forse qualcosa di più piacevole? 

Ad accoglierci a Trapani, il Map Holiday Residence, un nuovo format di hotel boutique, strettamente collegato al mondo della moda. Passeggiare tra gli ambienti dell’hotel e poter ammirare le nuove collezioni di moda non è un sogno? 

In hotel tutto curato nei minimi dettagli, dalle decorazioni dei pavimenti alle profumazioni scelte in base all’ambiente, alle teste di moro nella hall (sapete che ho una passione sfrenata per le pigne e le teste di moro, tipiche della tradizione siciliana?). La cosa che però ho in assoluto amato, è stato il gigantesco lucernario che dominava la sala colazioni.
Il sole della Sicilia, con tutta la sua forza, riscalda teneramente e illumina la stanza.
Ogni stanza è dotata di un angolo cottura e questo ci ha permesso anche di cenare in stanza, in tutta tranquillità. 
Qualora invece decidiate di mangiare altrove, l’hotel si torva a pochi passi dal centro, quindi potrete comodamente spostarvi a piedi. 

È molto pratico anche il parcheggio. Una volta capito come funziona il lavaggio delle strade (è tutto però adeguatamente segnalato), parcheggiare sarà una passeggiata. Trovate quasi ovunque strisce blu, per cui sarà necessario pagare la sosta. Il costo però è davvero basso (circa 50 cent all’ora) e in alcune ore della giornata è anche gratuito, quindi potrete -volendo- dimenticarvi dell’auto senza temere di spendere un capitale!

Trapani: cosa mangiare

Con il cibo non siamo stati molto fortunati. Ci hanno consigliato la pizza di Calvino, ma è stata una vera delusione. Un calzone margherita d’asporto pagato 5€ (nemmeno a Milano), non buono. 

La sera successiva abbiamo provato a cenare all’osteria Dolce Vita, senza alcun successo. Il personale scortese, ci ha trattato in modo poco educato, ottenendo solo che ce ne andassimo con una pessima recensione pronta ad uscire dalla penna. 

Questo aspetto in generale ci ha colpiti molto. 

Abbiamo invece pranzato bene all’osteria La Golosa e fatto divinamente merenda da Colicchia, con una brioches e una granita spettacolare. Non smetterò mai di ringraziare Maria per questo preziosissimo consiglio! 

Ricordate, i prezzi dei ristornati sono SEMPRE milanesi! Insomma, di davvero conveniente non c’è nulla. 

Di super consigliato c’è anche Frutti di Mare al Chiosco a Pizzolungo, poco dopo Trapani. Mangerete una zuppa di cozze favolosa con vista mare. Noi ci abbiamo fatto lo spuntino delle 5 e ancora ce lo ricordiamo! 😀 
Marco e Sonia, del Camarò, ci hanno consigliato anche il Bar Alba, per un’arancina da capogiro e l’Euro Bar per il vero cannolo siciliano. Purtroppo non siamo riusciti a guastare anche queste due prelibatezze, ma se son buone quanto quelle del chioso, andrete sul sicuro! 

Trapani: cosa vedere

Arrivati a Trapani nel primo pomeriggio, abbiamo deciso di mettere piede per la prima volta in spiaggia. Abbiamo scelto un bagno poco dopo Trapani, a San Giuliano. Il mare è molto bello, ma i prezzi dei bagni abbastanza folli (questo ovunque per quanto sperimentato). Il prezzo medio si aggira intorno ai 20€ a cui spesso dovrete aggiungere anche il costo della doccia, se desiderate usufruirne. 

Il giorno successivo invece ci siamo dedicati alla visita di Marsala, una cittadina tranquilla affacciata sul mare. Passeggiare tra i vicoletti è molto piacevole. Vi basterà una mattinata per girarla, poi potrete trascorre un pomeriggio di totale relax in spiaggia. 
Anche qui i costi sono gli stessi e il mare molto limpido. Il caldo è spesso insopportabile, quindi troverete sollievo a star pucciati nell’acqua!

Infine, un pomeriggio lo abbiamo concesso anche alla bella Trapani. Una passeggiata tra le vie del centro, a pochi passi dal nostro hotel, una indimenticabile granita e il tramonto sul lungomare incorniciato da splendida alberi fioriti di viola, segnano la fine della seconda parte del nostro tour. 

L’indomani la sveglia sarebbe suonata molto presto, una nuova bellissima meta ci aspettava

*/ ?>