Hotel The Exchange: dove alloggiare ad Amsterdam

Visitare Amsterdam: tutti i suggerimenti per un tour indimenticabile!

eleonora milano tulipani hotel exchangeeleonora milano visitare amsterdam city card instax mini 70

eleonora milano visitare amsterdam vista hotel the exchangeeleonora milano visitare amsterdam starbucks

img_4074eleonora milano visitare amsterdam collana luci hotel the exchange

img_4059 img_4097

Visitare Amsterdam: le dritte per visitare la città e non tralasciare nulla!

Il Sabato mattina ci siamo spostati in pieno centro storico, nel fantasioso e innovativo hotel The Exchange. Una struttura che comprende tre palazzine unite da vertiginose scale, reinventate da diversi designer. La particolarità, oltre al fatto che siano presenti stanze con stelle e dunque prezzi diversi, è l’arredo di ciascuna. Ogni stanza è stata affidata ad un designer diverso che ha creato qualcosa di unico, lasciandosi ispirare dalle sue parete e vibrazioni. Un lavoro unico!

eleonora milano visitare amsterdam hotel the exchange

A noi è stata data la camera 603, la Eighties Room realizzata da Roos Soetekouw. Un camera vestita con un maglione oversized bianco e nero e una gonna dai colori dell’arcobaleno. Entrambi in cotone con alcune parti in lurex per uno stile più ricercato. Dormire in un vestito è stata davvero un’esperienza indimenticabile!

Visitare Amsterdam: quale musei scegliere?

eleonora milano visitare amsterdam city card

eleonora milano visitare amsterdam pluk img_4005

visitare amsterdam eleonora milano stock cafe the exchange hoteleleonora milano visitare amsterdam zoo fenicotteri

Dopo aver lasciato i bagagli in hotel, siamo andati a far colazione in una bakery che mi ha rapito il cuore: Pluk. Un luogo unico, sia per la concezione sia per il cibo squisito. E dopo esserci sbaffati tre muffin al cioccolato e un pezzo di banana bread, ci siamo spostati nell’area dedicata ai musei. Qui abbiamo visitato prima il Van Gogh Museum e successivamente una mostra temporanea dedicata anche a Monet. Spostarsi da un capo all’altro della città è stato semplice: a piedi è molto facile, dal momento che la città è piccolina, ma anche i mezzi di trasporto sono molto intuitivi e grazie alla City Card potevo utilizzarli senza limiti!

La City Card è stata utile anche per quanto riguarda i musei. Ad Amsterdam ce ne sono tantissimi e in molti, attraverso questa card, l’entrata è gratuita! Questo vale anche per il celeberrimo Van Gogh Museum, fa eccezione invece la casa di Anna Frank, per la quale è prevista solo uno sconto. Noi abbiamo deciso di visitare il sabato quello di Van Gogh e la domenica quello di Anna Frank e di dedicarci poi alla scoperta dei luoghi circostanti. Ma le opportunità con la card non sono finite, infatti al Rijksmuseum, è previsto uno sconto.

Una bellissima attività svolta la domenica mattina, è stata la visita al parco botanico e allo zoo della città.  Dopo un’abbondante colazione alla caffetteria STOCK dell’hotel ci siamo recati nella zona del Plantage. La visita è gratuita per i possessori della City Card e l’aspetto che più mi ha colpito riguarda gli animali. Questi infatti circolano liberi (tranne leoni ed elefanti!) tra i visitatori e i bambini che possono addirittura coccolarli! È un primo approccio con animali che non si ha l’occasione di vedere sempre. Ma soprattutto viene insegnato loro come conviverci, trattandoli con rispetto.

 Visitare Amsterdam?

Insomma, la città è davvero bellissima e le attrazioni che offre son molte. C’è solo l’imbarazzo della scelta! Anche per quanto riguarda l’aspetto culinario mi son trovata molto bene. La scelta è ampia, di cosa avete voglia per cena? Dovete solo decidere questo.

Se non siete mai stati, dedicate due giorni a questa splendida città, visitare Amsterdam e perdersi tra i canali pittoreschi della città è stato pazzesco!

*/ ?>