Row Hotel: dove alloggiare a New York e come muoversi #NYFWedition

Row Hotel: ecco dove alloggiare a New York #FashionWeekEdition

new york city nye row hotel eleonora milano nyfw IMG_5960 eleonora milano row hotel sunday riley ceo

Row Hotel

Row Hotel: dove alloggiare a New York e come muoversi #NYFWedition

New York non è una delle mie città preferite. Nulla di interessante da vedere e i profumi che la città emana non sono tra i più gradevoli. A suo favore ha indubbiamente spazi verdi che lasciano senza fiato e “prelibatezze” culinarie da assaporare almeno una volta nella vita. Nulla che vedere con la nouvelle coisine però eh.

Qualsiasi sia il motivo della vostra visita nella grande mela, è indispensabile scegliere un hotel centrale. Per quanto vasto sia il centro, la scelta deve ricadere su un luogo da cui raggiungere facilmente i punti nevralgici della city.

Questa volta volta abbiamo optato per il Row Hotel. Un alloggio alle spalle di Times Square, dall’allure classico, ma con ben sei ascensori. Un giusto compromesso tra modernità e classicità.

Se adorate i piccoli hotel con concierge che vi sorride e saluta ogni volta che rientrate alla base, scordatevi il Row. È molto grande e nessuno si prende la briga di salutarvi. Al contrario il wifi è una scheggia -e questo è un aspetto da non sottovalutare soprattutto se si viaggia che per lavoro- e ha una posizione fantastica. A due passi da Times Square, offre qualsiasi tipo di confort voi abbiate bisogno. Ciliegina sulla torta, si trova accanto ad una metropolitana! Cosa non così rara considerando che ci sono circa una trentina di linee che raggiungo ogni centimetro della città, ma comunque molto comodo perché proprio di fianco ad alcune delle linee più centrali.

Quest’anno abbiamo optato per l’utilizzo della metropolitana e sono molto soddisfatta della scelta. L’abbonamento settimanale costa 30$ e ti permette di utilizzare i mezzi illimitatamente. Il traffico in superficie è sempre abbastanza congestionato e la metropolitana ti permette di arrivare in orario da qualsiasi parte della città. Inoltre la location delle sfilate questa volta era sul porto, distante dunque dal centro. Fare più volte al giorno avanti e indietro in taxi sarebbe stato impensabile. La metro ci ha decisamente salvate!

Le cucine del Row Hotel: il City Kitchen.

Un altro aspetto che mi ha fatto adorare la permanenza al Row è la presenza al suo interno del ristorante.  E non parlo di un semplice ristorante, ma del City Kitchen. Il nome è già un programma, ma penso esprima al meglio cosa rappresenta. Un mix di cucine e sapori in un unico luogo. Un posto dove poter assaporare la multietnicità della città a prezzi convenienti. Meglio di così!

Come però ben sapete, è una cucina abbastanza pesante. Sarebbe impensabile stare più di una settimana a questi ritmi. Dal momento che però spesso facevamo le ore piccole per ultimare i lavori, poter scendere -quasi in pigiama- a prendere il cibo da consumare in camera è stato comodissimo!

Row Hotel: SI o NO?

In conclusione, il mio bilancio è del tutto positivo. Soprattutto se si viaggia per lavoro i parametri a mio parere fondamentali per valutare un hotel sono la pulizia, la posizione e il wifi. Il Row supera tutto a pieni voti e ve lo consiglio assolutamente qualora stesse programmando una tappa a NY 😀

nyfw row hotel city kitchen eleonora milanoIMG_7485 IMG_7495

 

 

*/ ?>