Il doppiopetto e la signora

Qualche sera fa, di ritorno da una cena finita troppo presto, ho deciso di fermarmi al bar Basso spinto dal desiderio di bere qualcosa che ancora non sapevo. Una volta arrivato sul posto, notai gli svariati tavolini posti sul marciapiede prospiciente il locale, tutti occupati da soggetti di qualsiasi età e nazionalità, dandomi la sensazione che ormai Milano aveva troppa voglia di estate. Sulla mia sinistra un gruppo di giovani ragazze italiane si divertiva a conversare in francese tra una risata e un sorso e poco più avanti, in un altro tavolo, un uomo ammirava estasiato la donna che le stava a fianco intenta a raccontare scorci del suo passato tra una boccata di sigaretta e un’altra. Di fronte a me invece, distante solo una decina di metri, un individuo del tutto estraneo alla situazione era intento a esternare tutto il suo orgoglio per le attenzioni che il suo elegante Carlino stava ricevendo da alcuni clienti, e fu proprio lui ad attirare il mio sguardo, o meglio, fu un capo che indossava e del quale io ho sempre subito il fascino: era una giacca doppiopetto. Un capo del genere merita il massimo dell’ammirazione per lo stile e l’unicità che riesce a dare a chi lo indossa. Che abbia sei bottoni o quattro, quelli allacciati tendono a essere sempre due o al massimo uno, e in quest’ultimo caso il vantaggio è averla chiusa anche quando si sta seduti. Credetemi, che si decida di indossare un doppiopetto facente parte di un abito o non, si farà sempre un figurone. Se la scelta è un abito, diventa essenziale la cravatta o il papillon (un accessorio da me adorato), altrimenti nessun obbligo è dato se si sceglie uno spezzato. In questo caso, il consiglio è una camicia, oppure una maglietta rigorosamente a maniche lunghe meglio con il collo rotondo. Personalmente mi piaccio e mi trovo molto a mio agio anche con una maglia girocollo, cotone o lana a seconda della stagione. Sentitevi liberi di sperimentare, anche con vari modelli di scarpe: i classici casual come i mocassini Penny Loafer però saranno la ciliegina sulla torta.

Pensate, il gentiluomo con il suo adorabile Carlino la stava indossando con un semplice paio di pantaloni della tuta e scarpe da tennis, eppure non mi sentii affatto scandalizzato: sarà stato merito della signora di cui prima vi parlavo, il cui fumo si presentò puntuale davanti alla mia vista annebbiandola in quei pochi istanti che fui rapito..?

 

Dandy

*/ ?>